Rileva Get Service con Rilevatori X1/X2

_images/01.png

Montaggio Rilevatore X1/X2

Fase 1: Assemblaggio

Per prima cosa rimuovere il copri scocca anteriore e tramite un cacciavite lo sportellino posto sul retro; successivamente rimuovere le quattro viti sul fronte per aprire il terminale.

_images/02.jpg

All’Interno per prima cosa collegare il Battery Pack all’apposito connettore

_images/03.jpg _images/04.jpg

Collegare l’alimentatore al connettore come indicato nell’immagine (Positivo con +VDCIN e negative con GND, il cavo positivo differisce da quello negativo per una zigrinatura trasversale sul corpo, facilmente individuabile al tatto e alla vista)

_images/05.jpg

Consiglio di far passare I cavi dell’alimentatore prima all’interno della scocca posteriore e dopo procedere al collegamento per non avere problemi in fase di chiusura

_images/06.jpg

Nota

ATTENZIONE! In fase di chiusura della macchinetta controllare che il cavo che collega il batteri pack sia posizionato correttamente evitando di essere schiacciato dalla scocca.

Una volta riassemblato il tutto si può procedure a collegarlo alla corrente elettrica, dopo una prima fase di boot ci troviamo davanti alla schermata principale del rilevatore, si può ora procedere con la configurazione.

_images/07.jpg

Fase 2: Configurazione Indirizzo IP

Accediamo al menu dalla macchinetta solo per assegnare l’indirizzo IP, il resto della configurazione la facciamo più comodamente e in maniera più approfondita dall’interfaccia web che analizzeremo nella fase 3.

Per accedere al menu operatore del terminale premere la sequenza dei tasti effe e fsu appare un codice operatore di cinque caratteri, premere il tasto enter per continuare finché non ci troveremo all’interno del menu del terminale.

In questo menu utilizzare i tasti fsu e fgiu per muoversi e il tasto enter per confermare.

Ci spostiamo sul menu “Ethernet”, e successivamente sul menu “DHCP”, disabilitiamo; dopo di che andiamo sul menu “IP Address” e sempre tramite l’utilizzo dei tre tasti come sopra, assegniamo l’indirizzo IP al terminale, una volta fatto premiamo il tasto esc per tornare alla maschera principale; la macchina risponderà con un messaggio di avvenuto aggiornamento dei parametri.

Colleghiamo il cavo di rete nell’apposita porta sul retro e passiamo alla fase successiva.

Fase 3: Configurazioni Interfaccia Web

L’intefaccia web del terminale X1/X2 ci permette di configurare nel dettaglio tutti i parametri del terminale, dal controllo accessi al lettore RFID o secondario nonché le impostazioni di sistema e aggiornamento Firmware.

Per iniziare vediamo la configurazione standard per permettere di utilizzare il servizio Rileva Get.

Accedere all’interfaccia web tramite l’indirizzo IP

Ci verrà richiesto di autenticarci tramite nome utente e password, lo standard è:

  • Nome Utente: admin
  • Password: admin

Sulla sinistra c’è il menu con i vari parametri configurabile e cliccando su ognuno ci viene esposto il dettaglio sulla parte di destra.

_images/08.png

Nota

ATTENZIONE! Per dare validità ad ogni modifica fatta prima di passare da un menu ad un altro salvare con il tasto “Save”.

A seguire i parametri standard per ogni menu:

Network

  • Terminal ID: nome identificativo del terminale.

    Nota

    ATTENZIONE! Non utilizzare nomi lunghi in quanto potrebbero impedire al servizio di funzionare.

    Max 10 caratteri alfanumerici

    Nota

    ATTENZIONE! Non utilizzare spazi “ “ all’interno del nome in quanto potrebbero impedire al servizio di funzionare.

  • Master URL: indicare l’indirizzo IP del pc/server su cui verrà installato il servizio seguito da “:8182” che è la porta utilizzata per lo scarico.

  • Protocol: spuntare HTTP che è il protocollo utilizzato dal servizio.

Time & Attendance

  • Direction Mode: per scegliere il verso di entrata e uscita.

  • Company Name: nome che viene visualizzato sul display tra i 2 versi di timbrata

    Nota

    ATTENZIONE! Non utilizzare nomi lunghi in quanto potrebbero impedire la visualizzazione delle icone IN e OUT (CentroPaghe viene visualizzato perfettamente ma Centro Paghe no).

  • Online/Offline Mode: deve essere impostato “Semi Online Mode” perché il servizio funzioni

Access Control

Per abilitare le funzionalità del dispositivo per il controllo accessi, viene utilizzato il Relè interno e permette di aprire dei varchi

Nota

ATTENZIONE! Per far funzionare il controllo accessi bisogna abilitate la spunta nell’interfaccia web e caricare sul terminale il file CARDS.TXT che può essere generato dalla maschera Terminali di rileva e parametrizzato dall’anagrafica dipendenti per la scelta dei varchi, il file deve avere questa struttura del record:

0_0000000000002087_0000000000_0000000000_0000000000_0000000000_1_00

Reader 1

È il menu per configurare il lettore primario (RFID) del terminale

  • Card Decode: Magnetic Swipe Track 2.
  • Code Begin: 9
  • Code Length: 5

Time and Date

È il menu per configurare l’orario e la data del terminale che viene visualizzata sul display

  • Sync: per allineare l’orario con quello del pc

USB

usb Permette di scaricare il rilevatore semplicemente collegando una chiavetta USB alla porta posta di fianco al teminale econfermando viene generato un file nominato TRANSACTIONS.TXT con il seguente tracciato record:

20120118,172752,1,,51034,00,0,1

Anno       PIC X(4).

Mese       PIC X(2).

Giorno     PIC X(2).

FILLER     PIC X(1).

Ora        PIC X(2).

Minuti     PIC X(2).

FILLER     PIC X(3).

Verso      PIC X(1).

FILLER     PIC X(2).

Badge      PIC X(5).

FILLER     PIC X(7).

FINERECORD PIC F(2).

Tramite la connessione via USB è anche possibile copiare e trasferire la configurazione del terminale

System

Qui possiamo visualizzare le informazioni relative all’attuale versione del Firmware, quanto spazio è disponibile in memoria ed abbiamo dei comandi per riavviare da remoto la macchinetta e cambiare la lingua in quanto di default sul display è visualizzato tutto in inglese.

File Manager

Un comodo sistema per inviare e ricevere file dal terminale, utile per inviare i file relativi a Controllo Accessi o Sirene.

Installazione Rileva Get Service

Scaricare il file .msi dal seguente link

eseguire il setup

all’apertura del programma vedremo una maschera del genere

_images/09.jpg

È la maschera principale dello stato del servizio da cui si può scegliere se avviarlo o stopparlo

Andare nell’etichetta impostazioni

_images/10.jpg

In questa maschera si possono impostare tutti i parametri per attivare il servizio, quali l’indirizzo IP su cui sarà attivo e i percorsi dove andare a scrivere, Database e File di Testo.

Procedura per la configurazione della maschera:

  • Punto1: cliccare sul tasto di fianco alla casella Indirizzo Servizio

    Verrà compilata la textbox con l’indirizzo IP del pc (o preferibilmente del server) su cui abbiamo installato il servizio (indirizzo che precedentemente abbiamo inserito nell’interfaccia web del terminale, vedi pg.6)

  • Punto2: selezionare il percorso del database scarico.mdb dall’apposita casella

admin Per farlo andare in Pannello di Controllo -> Strumenti Amministrazione -> Servizi cercare il servizio RilevaGetService e con tasto destro del mouse andare su proprietà e nella finestra scegliere la tab “Connessione” impostare quindi l’account di amministratore e confermare, questa operazione è sempre consigliata anche se il database è sulla stessa macchina*
  • Punto3: selezionare il percorso dove creare la copia in .txt delle timbrature

    Indicare il nome del file

Una volta impostato tutto salvare le modifiche con l’apposito tasto

Attivare la Gestione Terminale in Rileva 2.0

Su Rileva andare sul menù Utilità -> Opzioni -> Opzioni generale

E attivare la voce “Attiva controllo accessi”

Qualora richiesta inserire la password

Malfatti

Se il controllo accessi fosse già attivo

Disabilitarlo, dare Applica dopo di che riabilitarlo

Una volta fatte tutte queste operazioni, dalla maschera principale del servizio, premere il tasto Start

A servizio avviato la maschera si presenta in questo modo

_images/12.jpg

In automatico qualora il pc/server dovesse essere riavviato il servizio si riattiva non appena il pc/server è nuovamente operativo senza nessuna operazione richiesta dall’utente.

A questo punto, timbrando, le timbrature finiscono direttamente in applica timbrature di Rileva 2.0

Nota

Normalmente quando si effettua la timbratura il numero del badge viene riportato sul display del terminale al centro in basso, tra i 2 versi di timbrata; se invece il servizio è online il numero viene visualizzato in alto a sinistra.

Casi Particolari & FAQ

Il servizio una volta installato non va in esecuzione

Andare in Pannello di Controllo -> Strumenti Amministrazione -> Servizi Componenti e cercare RilevaLog

Uno dei casi più frequenti può essere che c’è qualche componete ACE/JET che non è installata correttamente

La soluzione può essere

Installare il pacchetto Access Database Engine

scegliere la versione da scaricare in base al sistema operativo installato.

Il servizio va in esecuzione ma non visualizzo le timbrature in applica

In questo caso il servizio è regolarmente in funzione ma viene bloccato lo scarico dei dati presenti nelle timbratrici.

Uno dei casi più frequenti può essere che il firewall installato blocchi la comunicazione con la porta 8182.

Procedere con la creazione di una regola sul firewall per permettere la comunicazione con l’indirizzo IP del terminale.